Argil et co. – Ritorno alla preistoria – mostra

Il ritratto di un homo erectus

Il ritratto del prof. Italo Biddittu


Nell’ambito del programma espositivo avviato dalla Fondazione Gianluigi e Stefano Proia e dalla Consulta Popolare per l’ampliamento del Museo “Archeomitika” e la realizzazione della pinacoteca etno-storica “Saturnia Tellus”, verrà inaugurata una mostra presso il portico Mario Calderari di S.Antonio a Frosinone (Frosinone alta, Corso Repubblica, vicino all’Accademia delle Belle Arti) dal giovedì 4 ottobre a venerdì 12. Si tratta di una collezione di ritratti che raffigurano alcuni degli ominidi e degli ante

nati del genere homo più importanti per la conoscenza del nostro percorso evolutivo, nonché alcuni disegni illustranti il cosiddetto homo aesernensis, sicuramente parente molto prossimo di Argil, ed alcuni calchi.
Al punto centrale della mostra vi è rappresentato con grande verosimiglianza Argil, il cosiddetto “Uomo di Ceprano” che è un erectus datato circa 500 mila anni prima della nostra era, la cui parziale calotta cranica è stata scoperta dal nostro valente archeologo prof. Italo Biddittu nel materiale scavo per l’attuazione della TAV, tra i comuni di Ceprano e Pofi.
Questo post-ominide è vissuto probabilmente per lungo tempo nell’area centrale della penisola, è forse anche in un contesto più ampio, considerando i significativi reperti trovati alcuni decenni fa ad Isernia dai quali è stato possibile comprendere il suo stile di vita e le sue conquiste “culturali” e sociali.
I dipinti presenti, compreso il ritratto del prof. Biddittu, sono opera della pittrice Agnes Preszler, ungherese di nascita ma verolana di adozione. Già collaboratrice di alcuni progetti curati dalla Fondazione Gianluigi e Stefano Proia, in maggio 2012 infatti ha esposto presso il Palazzo dell’Amministrazione Provinciale i ritratti di vari studiosi e ricercatori delle mura ciclopiche del territorio, ed è stata premiata con il “riconoscimento speciale” del concorso “Megalmiti e megalmitiche”. La pittrice, del tutto autodidatta, è specializzata nel campo della ritrattistica e porta avanti, ormai da anni, l’iniziativa “Volti Ciociari” nell’ambito della quale realizza appunto ritratti di persone appartenenti a questo territorio, famose e non.
Dalle mostre recenti: personale presso il Palazzo dei Conti Gentili di Alatri (speciale “Cinema Ciociaro”), partecipazione alla Biennale di Alatri, esposizione presso la Villa Comunale di Frosinone nell’ambito della rassegna “L’Arte Visiva Contemporanea”, finalista del concorso IMA (il suo quadro è stato esposto presso il Museo delle Scienze e della Tecnologia di Milano), personale a Pontecorvo presso la cattedrale di S.Bartolomeo e poi all’Art Expo; due collettive e una personale a Cassino. Ricca anche l’esperienza maturata durante le estemporanee: con Art Qube è stata a Gaeta, Fondi, Ceccano, Gallinaro e recentemente ad Anagni ed ha partecipato anche all’iniziativa di estemporanee e mostre itineranti “Scoprire la Ciociaria”.


Ingresso gratuito

Info e prenotazioni visite, anche di gruppi: 0775/211504 (orario pasti)
contatti: pagnes@email.it 388/7587211


Visualizza Corso Repubblica – Vetrina Ciociara in una mappa di dimensioni maggiori

Estemporanea di pittura ad Anagni con ArtQube

Anagni, Piazza Bonifacio, tela vergine
Il bozzetto raffigurante quattro papi di Anagni: Alessandro IV,
Bonifacio VIII, Innocenzo III e Gregorio IX

Applico il bozzetto sulla tela per ricalcare i contorni del rosone

Un momento della lavorazione

Alcuni quadri, compreso Celestino V, dipinto due giorni fa a Ferentino

Lettura con Mauro Toscanelli (poesia di Prévert e un brano di Kerouac)
Con alcuni artisti di ArtQube

Pittura, letteratura, teatro e danza