Mostra collettiva INAIL – Villa Comunale di Frosinone

mostra INAIL alla Villa Comunale di Frosinone

Giovane cuoco cinese

Olio su tela, 50×50 cm
2012

Agnes Preszler

Il quadro, finalista del concorso internazionale IMAF (International Migration Art Festival) sul rapporto tra alimentazione ed integrazione per cui fu realizzato, è stato esposto nel 2012 al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. L’opera raffigura un giovane cuoco cinese in una cucina fatiscente nell’atto di scolare la pasta. Il dipinto è basato su una foto e rappresenta quindi le reali condizioni in cui molti sono costretti a lavorare. Rimane intatto invece il nobile gesto con cui ci si prepara da mangiare.
Le abitudini riguardo alla preparazione e consumo del cibo spesso sono molto differenti nei vari paesi. Nel terzo mondo le condizioni di igiene e di sicurezza spesso sono molto scarse, inaccettabili per i paesi occidentali. Frequente anche l’importazione di beni che appunto non corrispondono alle nostre norme e costituiscono quindi un pericolo per lavoratori e consumatori. E’ indispensabile quindi una vigilanza continua affinchè vengano rispettati i parametri di sicurezza e di igiene. Non bisogna dimenticare poi che si verificano molti incidenti in ambienti domestici.

Tragedia al grattacielo

Carboncino e pastelli su carta, 100×70 cm
2013

Agnes Preszler

Il quadro, realizzato appositamente per la mostra sugli infortuni sul lavoro, è ispirato alla celebre foto d’epoca (Lunch atop a skyscraper, 1932) che rappresenta gli operai sul 69° piano del grattacielo Rockefeller Center di New York, negli ultimi mesi di costruzione. Essi non sono protetti da nessun sistema di sicurezza, dovuto presumibilmente alla Grande Depressione, quando i lavoratori accettavano qualsiasi condizione pur di lavorare. Oggi una leggerezza del genere è impensabile, ma purtroppo il problema è sempre attuale come indicano le statistiche degli infortuni sul lavoro. L’opera rappresenta il momento di un incidente, per fortuna solo immaginato, vuole essere quindi un ammonito che non si possono mettere a rischio l’incolumità dei lavoratori.