Archivi tag: copie dai maestri

La Ciociaria nel quadri dei pittori danesi dell’800 alla Sagra della Crespella

sagra della crespella mostra 2014
sagra della crespella mostra 2014

 

In occasione della Sagra della Crespella anche quest’anno ci sarà Crespellarte presso l’edificio dell’ex lavatoio di Santa Francesca di Veroli. Si tratta di un’esposizione di artisti ed artigiani locali. Ritorna anche Agnes Preszler con i suoi dipinti che fanno parte della collezione “La Ciociaria nell’arte dei maestri dell’800”, attualmente la più grande di questo genere. Tra le nuove opere ci saranno copie di quadri dei pittori danesi Peder Severin Kroyer e Joachim Skovgaard, rispettivamente “Il cappellaio di Sora” e “Il mercato di Sora”. “La prima vuol’essere un omaggio a tutti gli artigiani del passato e del presente dediti al proprio lavoro con impegno e passione” spiega la pittrice che ha scritto anche un articolo ispirato da questo quadro. La seconda, appena ultimata, raffigura un gruppo di ciociari in costume in un giorno di mercato a Sora più di cento anni fa. Ovviamente ci saranno anche altri quadri dell’artista, sempre in sintonia con lo spirito della festa.

Il cappellaio di Sora - dipinto
Il cappellaio di Sora – dipinto

Il mercato di Sora, copia da Skovgaard

Il mercato di Sora, copia da Skovgaard

Il mercato di Sora, copia da Skovgaard

Ieri ho iniziato una nuova opera, copia dal pittore danese Skovgaard, Il mercato di Sora, fine ‘800.

Come sempre, non eseguo semplicemente una copia, ma cerco di rivivere le stesse emozioni del pittore. Il mio obiettivo è fare una copia che sia fedele nello spirito all’originale. In questo caso ho fatto varie modifiche al quadro, in quanto l’unica versione che circola in rete, a mio avviso, è stata ridotta, composizionalmente non è completa. Ho aggiunto quindi una figura al lato destro e un po’ di spazio alla sinistra.

 

mercato_sora_grid
il quadro originale modificato in Irfanview e GIMP, aggiunti bordi e quadrettatura grossolana per orientarmi meglio sulla tela di grandi dimensioni (100×70)cm

 

Desidero precisare che uso quadrettatura solo in caso di opere di grandi dimensioni dove sarebbe praticamente impossibile trovare il posto giusto per i vari elementi pittorici.E’ sempre a maglia larga (almeno 20cm per lato), inoltre non la seguo fedelmente, ma disegno sempre a mano libera, analizzando nello stesso tempo ogni parte sia per la composizione, la prospettiva, l’anatomia, la plasticità, i colori e tutto il sapere professionale che costituisce il bagaglio di ogni pittore realista. Assolutamente no a quadrettatura eseguita servilmente e in modo meccanico, in quel modo non si diventa mai artisti!

bozzetto disegno con matita sanguigna sulla tela
bozzetto disegno con matita sanguigna sulla tela
sora_mercato1
inizio a coprire con colore le varie parti del quadro

 

Il mercato di Sora, copia da Skovgaard
Il mercato di Sora, copia da Skovgaard

Estemporanea ed esposizione a Fossanova nel corso del festival medievale

Esposizione di quadri di soggetti medievali e pittura live nell’abbazia di Fossanova in occasione del Festival Medievale. I quadri visibili nel video sono della pittrice Agnes Preszler che, insieme ad un piccolo gruppo di artisti, ha partecipato all’evento. Scorci dell’abbazia, momenti della sfilata, quadri con soggetti medievali (ritratti di Tommaso d’Aquino – copia Botticelli, Tommaso Moro – copia Holbein il Giovane, ritratto di Giovanna d’Arco, Celestino V, “Anagni città dei papi” – ritratti dei papi Innocenzo III, Alessandro IV, Gregorio IX e Bonifacio VIII). Il quadro eseguito in estemporanea raffigura un cavaliere templare che, arrivato a Fossanova, fa un gesto di devozione. Misure 100x100cm, acrilico su tavola, il dipinto verrà completato in studio. Per informazioni pagnes@email.it.

Ultimi giorni della mostra a Sora – recensione di Michele Rosa


Agnes Preszler (al centro) con Michele Rosa, la pittrice Valeria Molon,
la figlia di Agnes e l’art director dott. Luigi Pro


AGNES PRESZLER ESPONE AL MUSEO CIVICO DI SORA


Nella Ciociaria situata nel Lazio meridionale senza limiti fisici o confini ben determinati, la pittrice Agnes Preszler trova ricordi storici, folclore. Nella mostra personale che presenta presso il Museo di Sora, le tematiche si susseguono: modelle dell’ottocento che hanno dato il loro sacrificio alla storia dell’arte italiana e francese, considerazioni di opere di pittori stranieri poco conosciuti, una serie di ritratti noti alla cronaca. 

Agnes Preszler si è affermata amica di pittori locali per meglio vivere nell’arte e partecipare a iniziative artistiche e culturali. l lavori che presenta sono pieni di poesia e possono essere visti come versante filosofico del nostro modernismo o come folclore dell’universale dove stratifica l’eleganza ritrosa, cortesia mite ed umanesimo. Nelle opere traspare : l’ordine come categoria morale ed estetica, la plasticità quale premessa poetica. Marca i lavori con novità di linguaggio mentre la poesia dà precedenza all’immagine. La sua pittura ha come centro la grandezza etica dell’uomo, il suo eroismo interiore, le sue visioni di un mondo equilibrato e fraterno.

Agnes Preszler di origine ungherese, in Ciociaria ha assorbito linfa cultura, dipingendo visi e figure umane del territorio come testamento spirituale. I sui lavori sono considerati privilegiata palestra di umanità. Gentile e modesta, sembra come scusarsi di presentare i suoi lavori, lo fa con molta umiltà evitando i giudizi perentori e le affermazioni di principio.
Pittura carica di suoni e di significati, soave e improvvisa; d’incanto apre i veli della logica, coprono il reale e mostra nel suo splendore il mondo dalle infinite combinazioni per sublimare la durezza della vita nella libertà della fantasia. Combina l’intelligenza e i sentimenti con l’impossibile, i lati più oscuri dell’esistenza si illuminano di grazia e di speranza.

Michele Rosa

Luglio 2014

www.michelerosa.com


Sora – ART à la carte – personale di pittura di Agnes Preszler

Museo della Media Valle del Liri, 8-14 luglio 2014

Si inaugura l’8 luglio la prima personale di Agnes Preszler a Sora. Questo dopo alcune esperienze come l’estemporanea dei madonnari nel 2011 e la collettiva al Palazzo Comunale in occasione della giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro dell’anno scorso.
Una mostra per tutti i gusti: variopinta ed appetitosa come un menu estivo. Per antipasto: paesaggi eseguiti in estemporanee di pittura sul territorio ciociaro ed alcune nature morte. Primi e secondi piatti sono costituiti da quadri selezionati dalle più recenti collezioni. Tra questi : riproduzioni di dipinti dei maestri dell’800 raffiguranti modelli e modelle ciociari. La collezione è stata presentata con successo in maggio in occasione della personale dell’artista presso il Palazzo della Provincia di Frosinone, ma nel frattempo si è arricchita di nuovi quadri. Non possono mancare i ritratti di personaggi famosi della terra sorana e dei comuni limitrofi, come di Vittorio de Sica, Marcello Mastroianni, lo scultore Umberto Mastroianni ed altri. Infine, il dessert: un piccolo anticipo dalla nuova collezione di nudi, attualmente in costruzione.
Il titolo, un gioco di parole per indicare la varietà e la vivacità della mostra, vuole inoltre rendere omaggio al passato industriale della zona, alle cartiere che hanno fornito molti artisti con le loro carte pregiate.

La mostra rimarrà aperta fino al 14 luglio.
Orari: 10-13, 16-20.
Contatti: 388/7587211

La Ciociaria nell’arte dei maestri – la collezione più completa di copi…

Copie d’autore realizzate da Agnes Preszler, esposte in occasione della mostra “La Ciociaria nell’arte tra ieri ed oggi” al Palazzo della Provincia di Frosinone, 5-16 maggio 2014.

La collezione, quasi 30 quadri, tutti eseguiti in olio dalla pittrice, risulta essere la più grande raccolta di copie d’autore raffiguranti ciociari, in costume tradizionale o meno, che in numerose occasioni posavano per i più grandi pittori dell’epoca tra cui Bouguereau, Corot, Sargent, Cabanel, e molti altri. La collezione viene arricchita continuamente con nuovi quadri che saranno presentati in altre mostre.
Non si tratta di falsi d’autore in quanto la pittrice riproduce i quadri fedelmente ma non servilmente, modificandone all’occorrenza le dimensioni, apponendo la propria firma. Tutto ciò, come sempre, attraverso il disegno a mano libera, senza l’ausilio di mezzi, nel proprio stile realismo contemporaneo, vivacizzando talvolta i colori ed adeguandoli così al gusto moderno. L’artista rimane sempre fedele al soggetto e all’atmosfera del quadro originale provandone quindi la bellezza sempre attuale .

Catalogo gratuito della mostra con informazioni sui quadri, le storie delle varie modelle, ecc.
Il catalogo, oltre alle copie d’autore dell’800, presenta anche i quadri realizzati in estemporanea sul territorio della Ciociaria (provincia di Frosinone e Latina)